Il riconoscimento ONU premia i 25 anni di impegno

Risale allo scorso 26 luglio il riconoscimento ufficiale ricevuto dall’ONU che ha reso HelPeople Foundation una Organizzazione con Status Consultivo Speciale presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC).

ecosocI requisiti

Si tratta di un fondamentale trampolino di lancio:
questo riconoscimento permette infatti, a chi lo ottiene, di interagire in maniera permanente con le Nazioni Unite nello sviluppo della propria attività. Per raggiungere lo status consultivo, è necessario che l’ONG in questione abbia un’attività globale, regionale o nazionale, che sia pubblica o volontaria, e che non abbia scopo di lucro. Tra i requisiti per ottenere il riconoscimento si segnalano quelli di essere in esercizio da almeno due anni, di avere una sede, uno statuto ufficiale e cariche elette democraticamente secondo statuto. è anche richiesto che il patrimonio associativo sia costituito per la maggior parte da fonti private.

Le tre tipologie

Tre le diverse tipologie di status consultivo che possono essere concesse dall’ECOSOC: quello generale, ottenuto quelle organizzazioni di grandi dimensioni, il cui mandato associativo copre una porzione significativa dell’agenda dell’ECOSOC; quello speciale, accordato alle ONG che hanno una competenza riconosciuta in specifici settori di attività dell’ECOSOC, e quello roster, categoria in cui rientrano le organizzazione alle prime due casistiche.

L’impegno diventa concreto grazie a Villaggio Smile

Iniziative ∞ India, Cambogia, Kosovo e Togo le aree di intervento: Cibo, istruzione, sanità garantiti anche ai più sfortunati

Diritto all’istruzione, accoglienza, protezione dei minori: sono queste le parole chiave che fanno da fil rouge ai progetti cui sta attualmente lavorando HelPeople.

Un aiuto reale

Villaggio Smile, questo il nome di una delle iniziative curate dall’organizzazione, ha come obiettivo quello di realizzare in India, Cambogia, Kosovo e Togo, strutture di ricovero e di fornire cibo, istruzione, sanità e percorsi ricreativi ai bambini svantaggiati come i figli di genitori migranti, orfani, semiorfani e bambini disabili. In queste aree, i bambini, data la situazione di degrado in cui versano, hanno spesso bisogno di proteine e nutrizione mirata in quanto nella maggioranza dei casi sono anemici. Grazie al sostegno a distanza, HelPeople fa in modo che i piccoli abbiano una corretta nutrizione, e, in caso di debolezza fisica, adeguate cure mediche. Verrà loro fornita acqua potabile, vestiti e le necessità quotidiane come saponi, penne, matite, libri. I bambini potranno frequentare scuole statali durante il giorno e saranno strettamente guidati dai tutor nominati in ostello e degli assistenti sociali che si rapportano con le scuole per prendersi cura degli aspetti educativi e formativi.

Le case rifugio

Nel mese di settembre, inoltre, prenderà il via il progetto delle case rifugio, un ambiente sicuro e protetto ai minori e alle donne vittime di violenza fisica e/o psicologica, in condizioni di sfruttamento lavorativo, sessuale.

The following two tabs change content below.
Elaboriamo una raccolta di articoli, di riflessioni, di interventi formativi. Un focus blog dove puoi trovare approfondimenti su tematiche che ci stanno a cuore.

Lascia un commento

Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On YoutubeCheck Our FeedVisit Us On Pinterest