Violenza domestica e coinvolgimento dei figli

Un fenomeno che spesso sfugge pur lasciando segni importanti sui piccoli, fin nel DNA

I maltrattamenti domestici consistono in violenze diverse – fisiche, sessuali, psicologiche, economiche – esercitate da un coniuge o da un partner o ex partner sentimentale nei confronti dell'altro coniuge.

Nell’ambito della violenza domestica i figli sono sempre coinvolti, direttamente perché sono vittime essi stessi delle violenze, ma anche indirettamente perché assistono alle violenze del padre contro la madre.

I dati delle ricerche svolte negli Stati Uniti a livello nazionale mostrano che la metà dei mariti violenti lo è anche nei confronti dei figli e si tratta spesso di violenze gravi (Gelles, 1997; Peled, 1997, in Romito, 2000). Quindi un marito violento è molto spesso anche un padre violento (per una rassegna vedi Hester e Radford, 1996; Stoddard, 1999; Hester et al. 2000; Quaid e Wigglesworth, 2000). Inoltre, secondo i risultati di una ricerca canadese (Juristat, 1994, in Romito, 2000) i bambini assistono a più della metà delle violenze gravi in cui la madre ha temuto per la sua vita; gli stessi risultati si sono ottenuti in una ricerca svizzera (Gillioz, 2000, in Romito, 2000).

Tale forma di violenza è definita VIOLENZA INTRAFAMILIARE ASSISTITA. Si tratta di una situazione altamente negativa, in cui il bambino è testimone di liti e violenze, più o meno gravi, tra i propri genitori e a volte ne è coinvolto, anche se non subisce direttamente maltrattamenti. 

LA VIOLENZA DOPO LA SEPARAZIONE

Una situazione di grande rischio riguarda il momento della separazione, quando la separazione stessa è motivata dai maltrattamenti del marito/padre. Se la donna e i figli hanno dovuto subire violenze per anni è molto probabile che dopo la separazione queste violenze continuino, o anzi si aggravino.

Basti pensare ai fatti riportati dai giornali italiani, ormai tristemente, tutti i giorni.

Anche la violenza contro i figli può continuare o aggravarsi dopo la separazione. Secondo una ricerca inglese, che ha seguito un campione di 53 donne che si erano separate da un marito violento, quasi tutte le donne erano state aggredite, anche gravemente, quando incontravano gli ex partner per “scambiarsi” i figli; la metà dei bambini era stata abusata fisicamente o sessualmente dal padre durante le visite. Una conferma di questi dati viene dal lavoro svolto in Italia da Malacrea (1993) che riporta casi di bambini violentati dal padre in occasione delle visite dopo la separazione.

The following two tabs change content below.
Elaboriamo una raccolta di articoli, di riflessioni, di interventi formativi. Un focus blog dove puoi trovare approfondimenti su tematiche che ci stanno a cuore.
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On YoutubeCheck Our FeedVisit Us On Pinterest