diritti dei bambini

I diritti dei bambini: quali sono e come garantirli

I diritti dei bambini sono la nostra visione sul futuro. Violarli significa cancellare i colori dal mondo e smettere di credere ai sogni impossibili.

I bambini sono sorrisi di tempera su fogli appesi alle pareti. Sono scorribande in bici lungo i vialetti del parco, mentre le risate riempiono il vuoto che spesso l’adulto scava dentro di sé. Preservare il diritto di essere bambino vuol dire proteggere piccole mani imbrattate di mille colori che disegnano avventure incredibili. Viaggi in mondi fantastici popolati di persone senza pregiudizi né odio. Mondi che noi “grandi” abbiamo dimenticato, ma che esistono ancora: dobbiamo solo crederci.

Ma essere bambini non è solo questo. Ci sono milioni di bambini che vivono in situazioni di privazione e sofferenza: bambini che ancora non sanno e non possono essere artefici del proprio tempo. Per questo siamo sempre in prima linea quando si tratta di difendere i bambini dalle ingiustizie e preservare i loro diritti; che vorremmo inviolabili.

20 Novembre: la giornata dei diritti dei bambini

I diritti dei bambini sono stati spesso calpestati; nel passato così come tuttora. La nostra società moderna, sempre più sensibile verso i diritti dell’essere umano, ha saputo riconoscere che il bambino deve essere protetto, considerato una persona in tutto e per tutto. Quindi, il bambino deve avere gli stessi diritti giuridici di un adulto, anzi, il suo interesse deve essere tutelato per primo.

Il documento che suggellò questo senso di protezione nei confronti dei più piccoli è la Carta dei diritti dei fanciulli, redatta nel 1924 dalla Società delle Nazioni Unite. Un momento storico in cui gli strascichi della Prima Guerra Mondiale mostravano le loro più crude e schiaccianti conseguenze sui soggetti più vulnerabili della società: i bambini.

Gli stessi diritti dei bambini sono stati poi riconosciuti dall’ONU nella Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia. Era il 20 Novembre 1959. Vogliamo ricordare per sempre questa data in cui possiamo celebrare la giornata dei diritti dei bambini. È una giornata per riflettere e ricordarci che la lotta per tutelare i più piccoli non può mai considerarsi conclusa. Non finché questi diritti saranno disattesi anche verso un solo bambino.

Quali sono i diritti dei bambini

La convenzione sui diritti dell’infanzia si snoda in ben 54 articoli, ognuno dei quali determina un particolare aspetto del diritto dei bambini. Semplificando, possiamo suddividere i diritti del bambino in 4 categorie:

1. Diritto alla protezione

Nessuno ha il diritto di fare del male a un bambino. Devono poter vivere in sicurezza ed essere protetti. La vita del bambino deve avere sempre la priorità, in ogni iniziativa, legge o situazione.

Ogni bambino ha il diritto che gli adulti si prendano cura di lui, ha diritto di avere un alloggio, di stare con i suoi genitori e di essere tenuto al sicuro da sfruttamenti e crudeltà.

Ogni bambino ha diritto a essere protetto da azioni o punizioni che violino la sua salute fisica o mentale. Devono essere difesi dalle guerre e, ancor meno, possono parteciparvi. Lo Stato e l’adulto che si prendono cura del bambino devono fare tutto ciò che possono per garantirgli una sana crescita.

2. Diritto alla salute

Ogni bambino ha il diritto di essere curato e di essere soccorso per primo. Ogni bambino deve poter crescere in un ambiente sano, ricevere affetto e un’alimentazione adeguata. I bambini hanno il diritto di essere protetti dalle droghe e da qualsiasi abuso o sfruttamento.

3. Diritto all’uguaglianza

Tutti i bambini hanno gli stessi diritti, a prescindere dal colore della pelle, dalla lingua, dalla religione, dal sesso, dalle condizioni economiche o di salute.

I minori di 18 anni devono avere gli stessi diritti sanciti nella carta dei diritti dei bambini. A loro spetta la possibilità di avere un nome e una nazionalità.

I bambini non devono mai essere oggetto di discriminazioni di nessun genere e hanno sempre facoltà di essere ascoltati. La loro voce deve poter essere espressa e presa in considerazione.

4. Diritto allo sviluppo

Per potersi sviluppare e crescere in maniera sana, ogni bambino ha diritto a ricevere affettoistruzione, educazione all’amicizia e alla tolleranza. Deve poter interagire con altre persone in una società consapevole e pronta a guidarli, per distinguere cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Ogni bambino ha diritto di giocare, di fare sport e attività ricreative. Quindi, ha diritto di esprimersi come preferisce, purché non danneggi gli altri. E ha diritto a un adeguato riposo.

I bambini hanno diritto a ricevere le attenzioni appropriate a sviluppare i propri talenti, per diventare adulti responsabili e vivere pacificamente in società.

Ogni bambino ha diritto di conoscere i propri diritti.

Perché i diritti dei bambini sono inviolabili in ogni angolo della terra

Purtroppo, ancora oggi ci sono tanti bambini che nemmeno possono immaginare un mondo in cui esistano tali diritti. Sono bambini di cui nessuno si prende cura, bambini che soffrono la fame, vengono maltrattati e sfruttati. Spesso gli adulti, invece di proteggerli e tutelarli, diventano i loro peggiori nemici.

Nelle zone più povere di questo pianeta, i bambini non possono contare nemmeno sui più basilari diritti. Molti non hanno chi si prenda cura di loro, non hanno cibo né acqua, non ricevono cure mediche e spesso vengono sfruttati e abusati.

Noi di HelPeople Foundation Onlus ci siamo immersi in queste dure realtà. Ogni giorno combattiamo per difendere i bambini meno fortunati: questa è da sempre la nostra priorità. Vogliamo e dobbiamo proteggere i nostri figli e tutti i bambini che vivono nella nostra società, senza dimenticare chi è lontano. Nessun bambino deve soffrire.

Difendere i diritti dei bambini è un atto indispensabile. Anche la nostra evoluta società nasconde pericolose insidie che minano i diritti dell’infanzia. Ad esempio, dobbiamo saper proteggere tutti i nostri bambini dalla pedofilia, dalla droga, dalle insidie che si nascondono nel web, dagli abusi e dalle condizioni di disagio sociale, che portano ad atti di bullismo.

Cosa facciamo per proteggere i diritti dei bambini

Da tanti anni HelPeople si occupa della protezione dei diritti dei bambini, in Italia e in diverse aree del mondo. Facciamo parte del network CRC, un gruppo di lavoro che ha l’obiettivo di promuovere attivamente i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Lottiamo per combattere i disagi e alleviare le sofferenze dei minori in difficoltà, offrendo aiuti materiali e assistenza.

Per proteggere i diritti dei bambini possiamo fare molto. Dobbiamo fare molto. Siamo adulti e abbiamo delle responsabilità sociali che ci chiamano ad agire, per il bene dei più piccoli. Proteggere i nostri “cuccioli” è un istinto naturale. È tempo di estendere questo istinto a tutti i bambini che ne hanno bisogno, perché non possiamo immaginare di abbandonarli.

Scopri cosa puoi fare tu per aiutarci a difendere i diritti di tutti i bambini e permettergli di vivere un’infanzia serena.

HelPeople Foundation Onlus

Da oltre 25 anni assistiamo i bambini in Italia e nei Paesi dove il degrado socio-economico e culturale lo richiede. Ogni giorno, ci impegniamo con volontà e dedizione per donare loro un futuro più sereno.
HelPeople Foundation Onlus

Latest posts by HelPeople Foundation Onlus (see all)

,
Articolo precedente
L’importanza di donare per offrire cure, cibo e istruzione
Articolo successivo
Cambiare mentalità per fermare la violenza sulle donne

Post correlati

Selected Grid Layout is not found. Check the element settings.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu
Messenger icon
Siamo in chat, contattaci!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.