I diritti umani valgono per tutti

I diritti umani valgono per tutti: sicuro di conoscerli?

I diritti umani sono i diritti che qualunque persona ha, semplicemente perché appartiene al genere umano.

Sono i diritti che si applicano a chiunque, da te a tua mamma, dal vicino di casa a chi vive dall’altra parte del mondo. Ma non è sempre stato così.

La storia dei diritti umani è travagliata e ha radici che faticosamente si sono fatte largo nella nostra cultura. Ancora oggi, sono spesso disattesi.

Solo dopo le atrocità della 2° guerra mondiale la società ha iniziato a sentire l’impellente necessità di prestabilire e affermare i diritti fondamentali di ciascun individuo. Nessuna distinzione di razza, sesso, condizione sociale, religione o opinione. Solo una cosa è essenziale: il valore e la dignità della persona umana.

I diritti fondamentali dell’uomo sono diritti universali, validi ovunque e per ogni persona. Ma sei sicuro di sapere quali siano?

Quali sono i diritti umani?

Quando le nazioni si riunirono nel 1945 le idee non erano molto chiare: ognuno aveva la sua visione di cos’erano i diritti umani. Poi, il 10 dicembre del 1948, i paesi partecipanti l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite finalmente si accordarono. Così è nata la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’uomo (Dudu).

Non si tratta di un emendamento giuridicamente vincolante, ma ha avuto e ha tutt’oggi una valenza simbolica e morale emblematica. La carta dei diritti umani è stata ratificata da tutti i paesi dell’Unione Europea e viene riconosciuta in moltissimi altri paesi del mondo.

I diritti umani fondamentali sono 30 e si basano sulla premessa che ogni individuo deve essere trattato con rispetto e dignità. Si fondano su 4 diritti fondamentali:

  • dignità;
  • libertà;
  • uguaglianza;
  • fratellanza.

Siamo tutti nati liberi ed uguali. È il presupposto che apre la Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo. Questo primo articolo comprende il diritto di libertà e il diritto di uguaglianza. Chiarisce da subito che tutti gli esseri umani devono essere trattati allo stesso modo, a prescindere dalle proprie caratteristiche o idee.

La carta dei diritti umani vieta la schiavitù e la tortura, stabilisce il diritto a godere di tutti i diritti elencati ovunque nel mondo, convalidando il concetto di uguaglianza di tutte le persone davanti alla legge. Infatti, tutti hanno il diritto di difendersi in un processo pubblico, di non essere detenuti ingiustamente e di dimostrare la propria innocenza.

I diritti umani che devi conoscere

Ci sono diritti che pensiamo di non avere, perché la società in cui viviamo li soffoca sul nascere. Per esempio, abbiamo il diritto di movimento. Ciò significa che chiunque può spostarsi nel proprio paese e viaggiare dove preferisce. Questo diritto inalienabile va di pari passo col diritto di avere una nazionalità e il diritto di cercare un posto sicuro in cui vivere. 

È un diritto che dobbiamo conoscere e tutelare. Noi italiani, come tanti altri abitanti del mondo, ne abbiamo usufruito ampiamente in tempi di guerra e carestia. Dobbiamo assicurarci che tutti possano proteggere sé stessi e i propri figli, fuggendo da un destino di stenti e morte.

Un diritto che spesso rimane disatteso anche in Italia è il diritto al lavoro. Ogni adulto ha il diritto ad avere un lavoro e uno stipendio equo. Abbiamo però anche il diritto allo svago, ad avere cibo e un tetto sulla testa.

Le persone in difficoltà, come bambini, disoccupati e invalidi, devono essere salvaguardate dallo Stato. Lo Stato deve inoltre provvedere a garantire la sicurezza sociale, è infatti diritto di tutti ricevere cure mediche e istruzione per i figli.

I diritti umani nella storia

La dichiarazione universale dei diritti umani è il risultato di un lungo processo che ha attraversato rivoluzioni e guerre. Ecco i passaggi storici più significativi:

  • 539 a.C. Tavoletta di Ciro, che contiene le prime significative dichiarazioni di libertà d’espressione e religione.
  • la medievale Magna Carta riconosciuta da Re Giovanni d’Inghilterra nel 1215.
  • la Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino emersa a seguito della Rivoluzione Francese (1789)
  • la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, nata sul finire del conflitto mondiale (1948)

Il concetto stesso di diritto umano, col passare dei secoli, si è arricchito di significati. Nuove sensibilità moderne hanno dato vita a diritti umani inalienabili, che hanno portato a bandire la schiavitù, a tutelare la proprietà privata e a impedire forme di tortura.

Se in un momento storico, come la fine della Rivoluzione francese, il focus del dibattito sociale puntava a stabilire la tutela dell’autonomia personale nei confronti dello stato, in tempi più recenti l’attenzione si è concentrata su nuovi diritti umani.

Nel 1789 l’obiettivo sociale da raggiungere era dunque garantire la partecipazione libera di tutti alle decisioni politiche. Libertà di opinione e di espressionelibertà di stampa e di associazioneuguaglianza e fratellanza sono diritti umani fondamentali che la Rivoluzione francese ha partorito con sacrificio al motto di “libertè, egalitè, fraternitè.

In tempi più moderni, a seguito dell’industrializzazione, emergono nuovi diritti sociali, culturali ed economici. Sono ad esempio il diritto al lavoro, il diritto d’autore, il diritto ad avere una famiglia, alla privacy o all’educazione.

Diritti umanitari: come garantire il diritto alla vita

I diritti che diamo spesso per scontati, ancora non appartengono a tutte le persone del mondo. Infatti, se le persone hanno diritto al cibo e alla protezione, perché i bambini muoiono di fame ogni giorno? Se le persone hanno il diritto all’istruzione, perché ci sono adulti che ancora non sanno leggere e scrivere? Perché ci sono ancora persone in schiavitù?

I diritti umani sono una responsabilità che tutti condividiamo, non sono solo parole su un pezzo di carta. Sono le scelte che facciamo ogni giorno come esseri umani. Dignità, democrazia, uguaglianza e libertà sono tutti valori fondamentali, e tu hai il dovere di rispettarli e il diritto di pretenderli.

I volontari di HelPeople Foundation Onlus lottano ogni giorno per preservare i diritti fondamentali, come la vita, l’istruzione e il cibo. Contattaci e aiutaci a garantire nel mondo il diritto ad avere dei diritti umani.

HelPeople Foundation Onlus

Da oltre 25 anni assistiamo i bambini in Italia e nei Paesi dove il degrado socio-economico e culturale lo richiede. Ogni giorno, ci impegniamo con volontà e dedizione per donare loro un futuro più sereno.
HelPeople Foundation Onlus

Latest posts by HelPeople Foundation Onlus (see all)

Articolo precedente
Natale solidale: 5 motivi per cui la beneficenza fa bene alla tua azienda
Articolo successivo
Buoni propositi per il nuovo anno: 7 consigli per essere e rendere felici

Post correlati

Selected Grid Layout is not found. Check the element settings.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu
Messenger icon
Siamo in chat, contattaci!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.